Skip to content

Piscina per riabilitazione e
terapia in acqua

MiniHospital “Sandro Pertini” dispone di un’ampia piscina per la riabilitazione, situata nell’ala della struttura dedicata alla medicina fisica e riabilitativa. Le attività in acqua sono proposte al paziente in base al progetto individuale e interamente personalizzato che il team composto da fisiatri, fisioterapisti e ortopedici elabora dopo la presa in carico iniziale.

La piscina per riabilitazione è attrezzata con un sollevatore e pensata per i pazienti che si trovano nella necessità di svolgere esercizi in assenza o con una riduzione parziale del peso corporeo.

Riabilitazione in piscina:
per chi è indicata

La riabilitazione in piscina è indicata per numerose problematiche legate a infortuni e per il recupero post-intervento. Svolgendo esercizi in acqua il paziente beneficia di una riduzione del peso corporeo, che grava meno sulle articolazioni e permette così di recuperare le funzionalità in sicurezza. Con la riabilitazione in piscina è possibile inoltre trattare paralisi periferiche, patologie del sistema nervoso centrale, polisclerosi e miopatie.

Specialisti di riferimento

francesca-colombini
Dott.ssa
Fisioterapista
romina-vargiu
Dott.ssa
Fisioterapista
jennifer-pratelli
Dott.ssa
Fisioterapista

Prestazioni

Idrochinesiterapia
All’interno della piscina si possono svolgere esercizi di rilassamento, respirazione, potenziamento muscolare, sviluppo della mobilità, della resistenza e dell’equilibrio.
Tecniche di rilassamento muscolare
Il rilassamento muscolare è uno dei principali effetti che si ottengono grazie all’idrochinesiterapia. La temperatura dell’acqua favorisce la decontrazione dei muscoli contribuendo alla riduzione del dolore.
Tecniche di rinforzo muscolare
Poiché l’acqua genera una resistenza uniforme su tutta la superficie dell’arto coinvolto, la piscina è indicata per rinforzare i muscoli senza rischiare di compiere sforzi superiori alle proprie capacità.
Mobilizzazioni articolari
La riduzione del peso corporeo che si ottiene immergendosi in acqua fa sì che il paziente possa lavorare sulla mobilità delle articolazioni senza rischi di traumi.
Tecniche di inibizione dell’ipertono
Grazie all’effetto rilassante che l’acqua ha sui muscoli, svolgendo appositi esercizi in piscina è possibile ridurre la spasticità e di conseguenza diminuire l’ipertono e il dolore connesso.
Tecniche per incentivare equilibrio e coordinazione
La riduzione del peso corporeo che il paziente avverte in acqua permette di lavorare in maniera particolarmente efficace su queste due capacità fondamentale.

Scopri l’area per la terapia in acqua

Le ultime news

Melanoma

Con l’avvicinarsi della stagione estiva torna la necessità di prendere precauzioni qualora si desideri esporsi…

Diabete

Il diabete, il cui nome completo sarebbe diabete mellito, è una delle malattie metaboliche di…

Minihospital-ipertensione-scaled

L'ipertensione, comunemente nota come pressione alta, è una condizione medica che può aumentare il rischio…

Torna su